F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato mercoledì 19 giugno 2019 alle 21:37:57 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Comunicato F.I.C. Lombardia del 12/02/2007 
 
Sfortunato rientro della Canottieri Gavirate dai Campionati di Fondo di Torino 
 

PER UN SOBBALZO IL CARRELLO CARICO DI BARCHE SI ROVESCIA
CON GRAVI DANNI A TRE QUADRUPLI E AD UN "OTTO".

Gavirate - A ventiquattr'ore dall'incidente Giovanni Calabrese riappare tranquillo. Finite le gare di Torino, del Campionato di fondo, con discrete soddisfazioni, sulla strada del rientro, verso i raccordi autostradali, su un percorso un po' accidentato per lavori in corso, per un sobbalzo il carrello delle barche della Canottieri Gavirate si è adagiato su un fianco, sulla barriera in cemento che delimitava una strettoia. "E' stato un momento di grande spavento - sottolinea Giovanni Calabrese, responsabile dei rosso-blu - fortunatamente non abbiamo patito nessuna conseguenza fisica."

"Ero davvero soddisfatto per l'insieme della nostra partecipazione - aggiunge - ed in particolare per gli "otto" femminili": terzo posto a soli 3 decimi dal Sisport Fiat, ma anche per il quinto e sesto delle due formazioni ragazze realizzate su iniziativa promossa dal Presidente del Comitato Regionale Antonio Bassi. Che se poi togliamo di mezzo un equipaggio francese che non c'entra col campionato eccole quarte e quinte, non male. Poi il timore di una grave catastrofe, ma fortunatamente solo danni materiali, anche se non da poco".

Non è da poco infatti perdere tre quadrupli praticamente nuovi ed un otto, anche se un quadruplo potrà essere riassestato e all'otto sostituita la poppa.

Non sempre il male viene per nuocere ed infatti è scattata immediatamente una catena di solidarietà espressa prima dai canottieri della Corgeno e della Germignaga che seguivano a breve distanza e poi da quelli delle società torinesi: coordinati da Roberto Romanini sono intervenuti i Canottieri Armida, Cerea ed Esperia, che hanno collaborato allo sgombero dei materiali, sì che nel giro di mezz'ora la sede stradale era libera, ancor prima dell'intervento della Protezione Civile. Gli amici torinesi hanno partecipato al trasbordo su un carrello dell'Armida, mentre un automezzo dell' ANAS ha collaborato allo spostamento dei rimorchi verso la sede autostradale per un più agevole rientro.

"Diciamo che nella disgrazia si è sviluppata una catena di solidarietà davvero eccezionale - conclude Giovanni Calabrese - di cui la Canottieri Gavirate è davvero grata e che dimostra ancora una volta la validità del rapporto sportivo tra canottieri, rivalità in acqua ma tanta amicizia e solidarietà a riva. Ringrazio con cuore quanti ci hanno aiutato."

Ed al ringraziamento della Canottieri Gavirate si aggiunge quello del Comitato Regionale Lombardia: il presidente Antonio Bassi appresa la dinamica dell'incidente, esprimendo solidarietà alla Società del presidente Giancarlo Pomati, ha inviato un messaggio di ringraziamento al presidente del Comitato Regionale Piemonte Stefano Comellini, da trasmettere alle società torinesi.  

 
Ferruccio Calegari