F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato sabato 21 settembre 2019 alle 11:43:36 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Comunicato F.I.C. del 06/02/2007 
 
Torino in festa per la quarta tappa del Campionato Italiano di Gran Fondo 
 

Alla regata parteciperanno un migliaio di atleti, molti dei quali stranieri.
In gara anche l’otto delle Fiamme Gialle in preparazione per la Head of the River sul Tamigi

La Società Canottieri Esperia di Torino, completamente rinnovata, si prepara per accogliere la quarta prova del Campionato italiano di Gran Fondo in programma il prossimo week end sul tratto di fiume Po che va dall'isolotto di Moncalieri (partenza) e la zona prospiciente l'a sede sociale (arrivo). Un appuntamento che, analizzando i numeri non ancora definitivi, è quello con più adesioni quasi a voler onorare un appuntamento remiero che da quando nacque nel 1982 fino ad oggi ha continuato sempre a crescere travalicando con la sua fama anche i confini nazionali. Per questa 25ª edizione, infatti, le iscrizioni arriveranno a sfiorare i 1000 atleti, tra cui ben 200 provenienti da società europee, per un totale di circa 150 equipaggi italiani ed una trentina stranieri.

L'11 febbraio sarà per Torino un giorno di festa perché accoglierà la gara più importante del periodo invernale che risulterà anche decisiva per molti equipaggi che, sin dalla prima prova di Varese, sono in corsa per la conquista del titolo tricolore di Gran Fondo e della Coppa Italia 2007.

“Abbiamo preparato tutto per accogliere come si deve gli atleti che saranno a Torino nel week end - spiega Roberto Romanini, allenatore e componente del comitato organizzatore - non ci aspettavamo però una partecipazione così nutrita tant'è che il Presidente dell'Esperia Raimondo Cecchi ed io possiamo ritenerci veramente soddisfatti di questa massiccia presenza che arriva quasi a sfiorare i numeri di una regata nazionale sui 2000 metri”.

Tra gli stranieri spicca la presenza, nell'equipaggio Tolosa One, di alcuni atleti dell'otto nazionale francese che ai Mondiali assoluti di Eton (Gran Bretagna) dello scorso agosto si piazzò al decimo posto; in gara anche un altro equipaggio transalpino con i colori del Rone Alpe, uno turco, uno olandese con a bordo atleti della squadra nazionale, ed armi svizzeri che a Torino hanno sempre gareggiato. Tra gli italiani, oltre a quello dell’Aniene leader della classifica con a bordo ben cinque vice campioni del mondo ed agli altri che hanno disputato le precedenti prove, da registrare anche la partecipazione dell'ammiraglia delle Fiamme Gialle che sarà a Torino per testare la formazione in vista dell'impegno nella prossima Head of the River Race londinese. Un appuntamento, questo, atteso sia dai sudditi di Sua Maestà che sentono il fiato sul collo dell'equipaggio della Guardia di Finanza - i gialloverdi partiranno in seconda posizione dietro ai Leander I - sia dagli stessi finanzieri che stanno preparando l’impegno con l'intento di rovinare la festa agli inglesi.