F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato domenica 29 novembre 2020 alle 08:47:11 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Da La Stampa del 14/11/2001 
 
«Operazione PO PULITO» Un miliardo dal Comune 
 
I PRIMI RISULTATI DOPO L’INCONTRO CON LA REGIONE E LA PROVINCIA SULLA MANUTENZIONE DEL PIÙ IMPORTANTE FIUME CITTADINO

Ottocento milioni per ripulire l’alveo del Po, un secondo miliardo per intervenire sui rivi (e sugli alvei) collinari, una proposta di mozione della Margherita in merito, e infine, una lettera indirizzata a Provincia e Regione «per ragionare insieme sul destino e sulla manutenzione del più importante fiume cittadino» degli assessori Sestero e Tricarico. Sono le ultime novità - alcune, diretta conseguenza dell’incubo-alluvione - che riguardano il nuovo rapporto fra l’amministrazione e il Po. Un rapporto più attento, più generoso (per quanto riguarda i fondi) e, per certi versi, anche più responsabile. E’ il caso della pulizia dell’alveo. Quando, alcune settimane fa, La Stampa segnalò il caso dell’«ingorgo» di detriti e degrado che si era accumulato a pelo d’acqua poco oltre il ponte della Gran Madre, si scoprì, insieme con Amiat e Comune che la responsabilità era del Magistrato del Po: un ente difficilmente raggiungibile persino dagli addetti ai lavori. Per ovviare a questo assurdo rimpallo di responsabilità, gli assessori alla Viabilità Maria Grazia Sestero e all’Ecologia Roberto Tricarico hanno inviato una lettera congiunta, sollecitando un incontro - ai loro colleghi di Regione e Provincia. Incontro che è avvenuto e ha pure dato buoni frutti: «Abbiamo discusso sia della possibilità di prolungare la navigabilità del Po anche dopo il ponte di piazza Vittorio, oltre la diga Michelotti, sia della competenza sulla pulizia dell’alveo. Per studiare la fattibilità del primo progetto la Regione ha a disposizione 3 miliardi e mezzo stanziati dall’Autorità di bacino. Inoltre il Comune ha già inserito nel bilancio degli investimenti 2002 cinque miliardi per contribuire a realizzare l’opera». Soltanto ieri, invece, la giunta comunale ha approvato una spesa di 1 miliardo per la manutenzione degli alvei e dei rivi collinari: «Ciò non significa - ha aggiunto l’assessore alla Viabilità Sestero - che il Comune si disinteressi della pulizia dell’alveo del Po. Abbiamo infatti già pronta una delibera che stanzia un altro miliardo a questo scopo e verrà presto approvata dalla giunta». Anche il Consiglio però, si sta preoccupando delle sorti del fiume più importante della città. I consiglieri della Margherita Borgione e Mangone, giorni fa, hanno infatti presentato un’interpellanza intitolata «situazione sponde». E’ di ieri, invece, la presentazione di una mozione che impegna il sindaco (con riferimento all’alluvione dell’autunno 2000 che hanno provocato disastri in tutto il territorio piemontese) e gli assessori «ad attivarsi immediatamente per organizzare una Conferenza di servizio fra tutti gli enti o le istituzioni che hanno responsabilità decisionale e operativa al fine di ottimizzare gli interventi e soprattutto renderli immediati affinché si possa metter in sicurezza tutte le aree del territorio cittadino che hanno subito allagamenti prima dell’arrivo dell’inverno». Questa mozione verrà discussa nella seduta del Consiglio di lunedì prossimo. [e. min.]