F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato domenica 29 novembre 2020 alle 08:29:22 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Da La Stampa del 18/09/2001 
 
Draghi sul Po e maxi-sfida universitaria 
 
SABATO TRE REGATE

La stagione del canottaggio sta volgendo al termine. Mentre domenica, a Genova, Maura Carando e Margherita Pallottino (Sisport Fiat) hanno vinto il titolo tricolore nel «due senza» Under 23, e Massimo Prandini, sempre della Sisport, ha conquistato un buon terzo nel singolo. l’attività agonistica prevede per sabato prossimo sul Po un’altra intensa, quanto particolare, giornata di sport. Sono tre, infatti, le manifestazioni programmate nel tratto antistante i Murazzi, su un percorso di 400 metri, controcorrente. Alle ore 16,30 si disputeranno i «Giochi d’argento», regate riservate, come dice il programma, «ai giovani di 60 anni e più» mentre alle 17,30 prenderanno il via la regata dei draghi e la sfida Politecnico-Università. Per quest’ultima sfida si fronteggiano due «otto» con timoniere in tre prove sprint: vincerà l’equipaggio che se ne aggiudicherà due. Giunta alla 5ª edizione, la sfida si propone ormai come una tradizione Oxford-Cambridge sotto la Mole. La formula scelta, cioè la sprint, è molto più spettacolare rispetto ai classici 2000 metri. Nel tratto breve gli atleti devono dare fondo a tutte le loro risorse fisiche: una lotta punta a punta, all’ultimo colpo di pala. Guideranno l’ammiraglia dell’Università il capitano Piolatto (Caprera) e il tecnico Viotti, mentre l’imbarcazione del Politecnico è messa in acqua da Bebo Carando con capitano Torchia (Sisport). La Regata dei draghi, o meglio ancora la regata dei Dragon Boats, vanta invece nel lontano Oriente una tradizione millenaria. E’ infatti dal III secolo A.C. che a Hong Kong si disputa questo tipo di competizione che vede impegnate venti rematori (con pagaia) un timoniere e un tamburino che scandisce il tempo su lunghe imbarcazioni con testa e coda di drago. Tre gli armi presenti, in rappresentanza di Torino, Firenze e Roma. La scelta delle città non è casuale: sono le tre capitali dell’Unità d’Italia della quale quest’anno ricorre il 140° anniversario. Se Politecnico-Università è spettacolare, questa regata d’Oriente non sarà da meno con il ritmo dettato dal tamburo e dalle alte frequenze in acqua delle pagaie. Favorito il drago di Roma che è campione mondiale 2000 e tricolore 2001. Al drago torinese, alla sua prima uscita, il compito di sfatare il pronostico.  

 
Romano Sirotto