F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato mercoledì 27 gennaio 2021 alle 21:04:44 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Da CanottaggioVero del 16/11/2003 
 
Il Silver Skiff parla tedesco 
 

Torino, 16/11/03 - Alla fine della giornata, l'unico rimpianto era la forzata assenza di Elia Luini e Bruno Mascarenhas: con loro presenti avremmo potuto assistere ad una epica battaglia tra i due David italiani ed i due Golia teutoni.

Invece, assenti gli azzurri, impegnati da stasera nel raduno pre-olimpico a Piediluco, i giganteschi tedeschi Andre Willms e Stephan Volkert l'hanno fatta da padroni, come da pronostico. Un vero spettacolo veder gareggiare in singolo questi due eccezionali atleti, due volte ori olimpico in 4x, a Barcellona ed Atlanta, bronzo a Sidney dove cedettero alla classe del nostro Golden Quad, innumerevoli volte iridati nelle specialità della coppia, campioni del mondo in carica. Chi ha visto Willms in gara a metà percorso, dall'alto di uno dei ponti, giurava che mantenesse un ritmo sui 33-34, nonostante gli undici chilometri di lunghezza del tracciato, ricavato sul Po torinese, dalla Cerea all'Isolotto e ritorno.

Così anche il record di Elia Luini - 41.06.0, datato 2001, è crollato, sotto le lunghe passate di Andè Willms, che ha chiuso in 40.59.0 nonostante il percorso fosse di una cinquantina di metri più lungo di allora. Secondo il suo compagno di barca iridata, Stephan Volkert, gigantesco biondone dal fisico incredibilmente possente del l'RTHC Bayer (t. 42.11.8), terzo lo spagnolo Ruben Rubio del RC Maritimo Barcelona, vincitore dell'edizione 2002 (t. 42.34.4).

Un podio tutto internazionale che consacra il Silver Skiff come una manifestazione di interesse europeo dove, per trovare il primo italiano dobbiamo scendere al 4° posto, occupato dal diciannovenne peso leggero Marcello Miani della SC Ravenna (già Campione del Mondo juniores nel 4x a Trakai 2002, t. 42.42.7) che ha regolato con sicurezza anche il combattivo Vittorio Altobelli (GS Forestale, 42.44.0), il finanziere Bruno Pasqualini (gia iridato nel 2002 nell'8+ pesi leggeri) e tutto il resto dei 200 e passa concorrenti.

Insomma, il Silver & Kinder Skiff cresce di livello anno dopo anno ed ormai si può ritenere un piccolo gioiello della fantasia italiana, che ha trovato negli entusiasti canottieri della Cerea di Torino, società organizzatrice, i felici inventori di una formula che coniuga allegria, calda accoglienza e organizzazione di prim'ordine. Talmente di prim'ordine da aver convinto Rainer Empacher a garantire la sponsorizzazione tecnica, scendendo a Torino per portare ben otto singoli da prestare ad altrettanti atleti provenienti da lontano.

Tornando alla competizione, le condizioni del Po si siano dimostrate quest'anno ottimali (l'anno scorso, una piena aveva reso il fiume quasi impraticabile, creando non pochi patemi agli organizzatori). Peccato solamente che la giornata piovosa, tipicamente autunnale, non abbia permesso di evidenziare gli splendidi colori autunnali delle rive torinesi.

In campo femminile, l'azzurra Elisabetta Brugo (SC Esperia) si è aggiudicata per l'ennesima volta la competizione, piazzandosi al 29° posto assoluto col tempo di 45.03.8; seconda la britannica Mathilde Pauls, Under 23 del London Rowing Club, 70ma assoluta, distaccata dalla torinese di oltre due minuti.

Da segnalare, nella categorie Ragazzi maschile, la vittoria del torinese Andrea Messina (Sisport Fiat) che, con l'ottimo tempo di 43.28.0 si è piazzato addirittura nono, confermando di essere una promessa di valore, tra l'altro ancora imbattuta nel 2003.

In conclusione, premiazione festante presso la sede della Can. Cerea, presenti il presidente Romanini ed il suo vice Nicetto, nel corso della quale è stata anche estratta una mountain bike Jeep del valore di circa 2500 euro, che è andata ad un giovane atleta della Can. Ravenna. A Willms, oltre al premio di vittoria di 700 Euro, è toccato anche l'assegno per il nuovo record della corsa, per un ammontare di altri 1000 Euro.  

 
Sergio Morana