F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato sabato 15 dicembre 2018 alle 08:20:36 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Comunicato F.I.C. Piemonte del 16/09/2012 
 
Ad Alin non basta l’oro U23 
 

Il 2012 non smette di sbalordire e di confermarsi come una delle stagioni remiere più vittoriose di sempre per il Canottaggio Piemontese. Con i Campionati Europei tenutisi da venerdì a domenica alla Schiranna di Varese, infatti, sono terminati nel migliore dei modi gli appuntamenti internazionali. La Squadra Azzurra ha conquistato due ori, nel quattro senza P.L. e nel doppio donne P.L., e quattro argenti, due per le donne nel doppio e nell'otto e due per gli uomini nelle stesse specialità. A bordo del quattro senza P.L., già campione nel 2011, anche Alin Zaharia, giovane atleta della Caprera che registra una storica doppietta per la sua società e per la regione, dopo il titolo mondiale U23 a luglio in Lituania sulla stessa barca. Si tratta di una vittoria importante poiché scaccia di bocca quell'amaro dovuto all'inaspettata uscita di scena in semifinale del quattro senza ai Giochi Olimpici di Londra e questo successo non può che far sperare. Rispetto alle Olimpiadi è stata operata una rivisitazione per tre quarti di equipaggio, con gli innesti di Alin ed i poliziotti Luca de Maria e Armando dell'Aquila, quest'anno campioni del Mondo nel due senza P.L.. Delle Fiamme Oro anche il terzo carrello, Martino Goretti. Il dominio della barca azzurra è stato netto sin dalle batterie e l'esito della finale è stato il naturale epilogo di un Campionato d'Europa dominato.

Medaglia, d'argento, anche al collo di Palma Gaia della Sisport Fiat, al carrello numero due dell'Ammiraglia femminile, riuscita ad ottenere un risultato storico per il movimento rosa del remo italiano. Anche in questo caso, la medaglia è una vera e propria iniezione di fiducia in vista del prossimo quadriennio che partirà da Varese e non da Londra dove le nostre donne, un solo equipaggio qualificato, non sono riuscite a brillare.

La compagna di squadra di Gaia, Laura Basadonna, impegnata nel quattro di coppia femminile assieme a Gaia Marzari, Silvia Torsellini e Veronica Paccagnella, si è dovuta accontentare di un terzo posto in finale B.

Un week-end felice e vincente di cui senza dubbio sarebbe stato orgoglioso Paolo Deregibus, storico personaggio del Canottaggio Piemontese e vero appassionato del nostro sport. Il circolo Eridano, della cui rinascita era stato uno degli artefici, ha organizzato domenica la terza edizione del Trofeo in suo ricordo, con gare di canoa e canottaggio. Ai blocchi di partenza numerosi equipaggi, non solo provenienti dal Capoluogo, che hanno reso le regate ancora più emozionanti. Appuntamento ora alla quarta edizione, nella speranza che la partecipazione sia ancora più nutrita!

La stagione però non è ancora terminata: il prossimo week-end Piediluco sarà teatro dei Campionati Italiani U23 e Ragazzi mentre i titoli junior e senior verranno assegnati all'Idroscalo di Milano dal 29 al 30 settembre.

ANDREA CANATA