F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato sabato 15 dicembre 2018 alle 08:21:46 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Comunicato F.I.C. Piemonte del 24/08/2012 
 
Mondiali Juniores e Pesi Leggeri/Seniores (specialità non olimpiche) 
 

Ad una settimana dal termine della XXX edizione dei Giochi Olimpici di Londra, non c'è riposo per il canottaggio nostrano, subito rituffatosi in una nuova avventura, i mondiali dedicati alla categoria Juniores ed alle specialità non olimpiche Pesi Leggeri e Seniores, disputatisi a Plovdiv (Bulgaria), dal 15 al 19 agosto.

La manifestazione ha visto confrontarsi 57 nazioni, a formare 355 equipaggi, per un totale di 991 atleti; l'Italia, dal canto suo, è scesa in campo schierando 15 equipaggi (7 nelle specialità non olimpiche ed 8 juniores), per un totale di 65 atleti.

Il bilancio della spedizione azzurra è stato molto positivo: 14 su 15 equipaggi hanno conquistato la finale A, e di essi ben 8 sono saliti sul podio, conquistando 5 ori, 1 argento e 2 bronzi.

Tale risultato è figlio anche delle ottime prestazioni dei nostri atleti piemontesi, che ci hanno regalato grandi soddisfazioni.

Alberto Di Seyssel, giovane Junior della Canottieri Armida, impegnato nella specialità del 4 senza con Stefano Oppo, Lorenzo Pietra Caprina e Paolo Di Girolamo, ha conquistato l'oro al termine di una gara combattutissima ed altamente spettacolare, conclusasi al fotofinish con un solo centesimo di vantaggio sui secondi classificati, la Romania.

Primi in batteria e terzi in semifinale, i quattro ragazzi non erano riusciti ad esprimersi al meglio, lasciando qualche scetticismo per la finale, interpretata tuttavia alla perfezione, recuperando posizione su posizione sino all'oro.

L'Armida conquista così un oro nella categoria juniores a 10 anni dall'ultimo argento conquistato dagli Juniores Andrea Mondino e Dario Bosco nella specialità dell'8+, durante i mondiali 2002 di Trakai (Lituania).

Ad un mese dalla gioia per l'oro di Guido Gravina a bordo del 4- Under 23 a Trakai (Lituania), la Cerea aggiunge un altro oro al proprio palmares, grazie alla vittoria di Luca Lovisolo, impegnato nella specialità dell'8+ juniores con Guglielmo Carcano, Matteo Borsini, Giovanni Abagnale, Niccolo Pagani, Pietro Zileri, Matteo Lodo, Alessandro Mansutti ed Enrico D'Aniello (tim.).

Campioni mondiali ed europei 2011, anche quest'anno la specialità dell'8+ è stata appannaggio dell'Italia con una prova di grande stile, tecnica ed eleganza: vincitore della batteria, l'armo nostrano ha disputato una finale in testa dal primo all'ultimo colpo, con ampio margine di vantaggio sugli avversari, incapaci di scalfire la tempra del nostro scafo.

In campo Seniores, anche Francesco Pegoraro (Sisport Fiat), ad un mese di distanza dalla vittoria nel 4 di coppia Under 23 a Trakai (Lituania), ha conquistato il quarto posto nel 4 di coppia Pesi Leggeri, con i compagni Marcello Miani, Elia Luini e Daniele Danesin.

L'imbarcazione azzurra, seconda in semifinale, ha subito in finale l'avvio fulmineo di Grecia e Cina, che hanno conquistato vantaggio sulla nostra imbarcazione.

Ad essi, nella seconda metà di gara si è aggiunta la Polonia, che ha rimontato lo svantaggio sino all'oro.

I nostri 4 ragazzi, nonostante l'incisiva chiusura, non sono riusciti a colmare il gap, chiudendo al 4° posto, ad 8 decimi dal bronzo.

Jiri Vlceck, ex atleta della Canottieri Lago D'Orta, attualmente in forze alle Fiamme Oro, ci ha regalato infine l'argento nella specialità dell'8+ pesi leggeri, in barca con Catello Amarante, Salvatore Di Somma, Davide Riccardi, Livio La Padula, Martino Goretti, Andrea Caianiello, Matteo Pinca e Gianluca Barattolo (tim.).

Già argento lo scorso anno, quest'anno la finale dell'8+ ha dato vita ad un altro testa a testa, contro i tedeschi, che nella seconda parte di gara sono riusciti ad allungare, accrescendo a 2 secondi e mezzo il vantaggio sulla nostra imbarcazione, che ha ben resistito agli attacchi della Cina, giunta terza al traguardo.

Foto by Detlev Seyb

Clicca sulle foto per ingrandirle

ALESSANDRO POLATO