F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato mercoledì 14 novembre 2018 alle 04:04:32 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Comunicato F.I.C. Piemonte del 23/03/2012 
 
I risultati di Candia in prospettiva dei prossimi appuntamenti 
 

La Regata Regionale di Candia di domenica scorsa ha messo in luce non solo le performance dei Senior e degli Junior ma ha evidenziato soprattutto la competitività dei "Ragazzi" piemontesi che hanno dominato la scena nonostante le numerose presenze di temibili equipaggi liguri.

In grande forma ancora una volta il due senza targato Armida di Nicole El Haddad e Olga Jorio Fili che ha vinto imponendosi sulle rivali del Cus Torino ed accreditandosi come uno degli equipaggi da battere a Piediluco in questo fine settimana.

Due delle tre batterie del doppio hanno visto successi sabaudi: si tratta dell'Esperia di Marco Vesco e Massimo Turbiglio, già vincitori alla D'inverno sul Po di febbraio, e del misto Cus Torino-Armida con a bordo Eugenio Zabolotnii e Francesco Perona che in scioltezza hanno tagliato il traguardo con largo vantaggio sui secondi.

Zabolotnii poco dopo ha vestito anche i panni del singolista conquistando nuovamente la prima posizione così come la sua compagna di società(Cus Torino) Elisabetta Gagliarducci, vittoriosa nella medesima imbarcazione tra le ragazze.

I due allievi di Mauro Tontodonati sono tra i protagonisti più quotati nella Gara Nazionale di sabato e domenica.

Solo partecipazioni piemontesi nella gara del quattro senza che ha visto la vittoria della Cerea di Gabriele Morra, Amedeo Feneziani, Marco Brunengo e Umberto Panizza.

Il quattro di coppia maschile ha visto il dominio dei canottieri piemontesi.

I successi delle due batterie infatti appartengono ai "lacustri" della Cannero Andrea Carmine, Alessandro Ramoni, Luca Ghezzi e Giovanni Marchese Grandi ed all'Esperia ancora con Vesco e Turbiglio protagonisti assieme a Riccardo Italiano e Alessandro Visentini.

Anche in campo femminile il quattro di coppia vincitore è di Torino ma in questo caso con una prestazione storica che non ha precedenti: Sara Kobal, canottiera ipovedente dell'Armida ha gareggiato come capovoga dell'equipaggio formato dalle cussine Emilia Aghemo, Maddalena Fichitiu ed Elisabetta Gagliarducci in una gara riservata ad atlete normodotate.

Sara, che è riuscita a portare la sua barca alla vittoria contro Fiat e Amici del Fiume, in virtù di questa straordinaria e unica prestazione è stata convocata dalla CT Paola Grizzetti al Raduno della Nazionale Adaptive. L'intero movimento remiero piemontese si congratula con Sara e le augura un futuro tinto d'azzurro.

Le regate in generale si sono svolte nelle eccellenti condizioni che da sempre rendono famoso il bacino di Candia. Il lago in questi ultimi anni, grazie al lavoro del Comitato e dalla rinata Candia CC, è stato rilanciato come campo di regata idoneo a competizioni regionali e nazionali e dopo i Campionati Italiani Universitari del 2011, ospiterà anche il II Meeting Nazionale Allievi, Cadetti e Master, in programma il 12 ed il 13 maggio.

ANDREA CANATA