F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato lunedì 9 dicembre 2019 alle 23:13:17 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Da R.S.C. Cerea del 01/11/2011 
 
Silver skiff e Italia 150, cosa vedere a Torino 
 

Fin dalle edizioni più lontane la Cerea ha sempre cercato di unire agli aspetti prettamente agonistici di Kinderskiff e Silverskiff anche occasioni ricreative e turistiche, come si addice ad una manifestazione nata per i masters che sono oggi circa la metà dei partecipanti. Se poi si tiene conto che molti atleti sono accompagnati dalla famiglia e da amici bisogna anche pensare ad occasioni per loro e per quanti approfittano della regata anche per visite culturali e turistiche. Non a caso il sito del Silverskiff contiene links ai siti riguardanti il turismo a Torino ed alle manifestazioni di ITALIA 150.

Torino stupirà tutti per l’altissimo numero di bandiere esposte alle finestre per il 150° dell’Unità, bandiere ormai stinte e quasi confondibili con quelle irlandesi ma segno dell’attaccamento della città ai valori risorgimentali. Sono lì dal 17 marzo e ci resteranno fino al 17 novembre, data di chiusura delle celebrazioni che hanno unito mostre e raduni, congressi e manifestazioni sportive importanti: il Silverskiff è una di queste.

Cosa c’è allora da vedere a Torino, a parte il consueto giro turistico nel centro?

Gli amanti dell’arte contemporanea hanno tre importanti appuntamenti nella città che ne è il simbolo italiano, le due Fiere ARTISSIMA e THE OTHERS, al Lingotto ed alle Carceri Nuove, e la grande Mostra ARTE POVERA INTERNATIONAL al Castello di Rivoli oltre a tante temporanee nelle numerose gallerie d’arte dedicate. Sabato sera tutte le gallerie d’arte saranno aperte e nel quadrilatero romano ci saranno performances e manifestazioni d’arte. Nella città saranno anche accese tutte le luminarie di grandi artisti contemporanei e l’occasione è ghiotta per gli appassionati.

Le Signore non dovrebbero perdere la grande Mostra MODA IN ITALIA, 200 abiti autentici di regine, dive e grandi stilisti esposti alla Reggia di Venaria, luogo che comunque varrebbe il breve viaggio per la sua grandiosità (c’è un comodo bus in partenza da C.so Stati Uniti).

Alle Officine Grandi Riparazioni sono allestite numerose mostre dedicate alla storia d’Italia ed all’Italia contemporanea.

Presso la segreteria gare saranno in distribuzione gratuita vouchers per la visita del Museo Nazionale del Cinema, posto negli spazi spettacolari della Mole Antonelliana, e del Museo egizio.

I ghiottoni potrebbero andare con la metropolitana a EATALY, adiacente al Lingotto, mecca dei buongustai ove è possibile trovare (e mangiare) i migliori prodotti alimentari di ogni tipo.

Ai classici musei (Egizio, Palazzo Madama, Palazzo Reale, Museo del Cinema, Museo d’Arte Orientale, Museo del Risorgimento per citare solo i più importanti) si unisce da quest’anno il Museo Nazionale dell’Automobile che ha riaperto i battenti dopo 10 anni di ampliamenti e rifacimenti per consentire un affascinante e scenografico viaggio dalle origini dell’auto ad oggi. Proprio in questo Museo, molto vicino alla Cerea ed al Po, domenica sera si terrà la cena tanto cara agli ospiti stranieri che hanno modo di stringere nuove amicizie e conoscere i campionissimi al di fuori dell’atmosfera della gara. Negli anni passati abbiamo visto l’americana Guerette mostrare a tutti la sua medaglia olimpica ed i neozelandesi Drysdale e Cohen improvvisare una danza Maori spinti da un “ottimo” tasso alcolico. La cena avrà anche scopi benefici poiché è organizzata insieme alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro a cui andrà il ricavo della serata: uno sponsor offrirà la cena e gli intervenuti pagheranno 40 euro a favore della Fondazione. Tutti possono partecipare alla cena, se possibile prenotando via mail, ritirando il buono presso il banco Informazioni; la cena sarà preceduta da una rapida visita del Museo.