F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato martedì 20 aprile 2021 alle 21:31:31 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Comunicato R.S.C. Cerea del 12/10/2011 
 
Al Silverskiff si daranno battaglia grandi campioni 
 

Benché manchi parecchio tempo alla scadenza delle iscrizioni molti atleti di alto livello hanno già garantito la loro presenza o hanno perfezionato l’iscrizione e, in attesa specialmente degli italiani, è interessante andare a vedere chi si batterà per la vittoria assoluta. Iniziamo dalle donne, tra le quali ci sono atlete stellari: si parte con la neozelandese Emma TWIGG, terza in singolo a Bled e vincitrice del Silverskiff 2009 e con la russa Yulia LEVINA che a Torino le arrivò alle spalle, ottava in singolo ai mondiali di Bled e argento ai recenti Campionati Europei: sul Po ci sarà l’ennesima sfida tra due atlete di assoluto vertice (e la russa partecipa ai mondiali dal 1997!). Attenzione anche alla singolista campionessa del mondo U23, la lituana Donata VISTARTAITE piazzatasi al 9° posto a Bled, alla campionessa del mondo U23 Serena LO BUE e alle nazionali americane PL Grobler, Saeger e Sarbanis. Una speciale citazione va alla fortissima giovane tedesca Mareike ADAMS che ha colto 2 vittorie di categoria in 2 partecipazioni al Silverskiff ed a 21 anni ha già collezionato 4 titoli mondiali, l’ultimo in doppio ad Amsterdam 2011. Speriamo che altre azzurre si aggiungano alla Lo Bue per battersi, senza complessi e senza pressione, contro grandi campionesse disposte a lunghi viaggi per partecipare al Silverskiff.

Tra i maschi grande favorito è il pluricampione del mondo Mahe Drysdale, già vincitore di tre Silverskiff, ma ci sarà lotta vera con Senior e Pesi leggeri di altissimo livello: cercherà la vittoria l’americano Sivigny 2° nel 2010, che se la dovrà vedere con il britannico Zac Purchase, campione olimpico e mondiale in carica nel 2XPL e con i grandi italiani Bertini, Sancassani, Rigon, Galtarossa, che solo per dovere di ospitalità elenchiamo dopo gli stranieri; non saranno di certo comprimari il nazionale danese Dahlgard né quello USA Tryon e mancano ancora molte iscrizioni dalla Svizzera che ogni anno ben figura ai vertici della classifica con numerosi atleti.

E’ invece impossibile avere indicazioni sulle categorie Junior e Ragazzi perché le iscrizioni dall’Italia sono, sempre, le ultime ad arrivare e quelle categorie sono zeppe di giovani canottieri nostrani. Basti dire che oggi sono iscritti più americani che italiani. E’ vero che gli statunitensi prenotano le barche messe a disposizione dallo sponsor tecnico FILIPPI (ben 46, tutte assegnate), ma hanno anche il vantaggio di poter fare le iscrizioni senza i possibili intoppi informatici delle ultime ore, quando centinaia di iscrizioni arriveranno contemporaneamente, e la certezza di partecipare; non si dimentichi che il bando autorizza gli organizzatori a non accettare le iscrizioni che eccedono il numero di 500, sicché i ritardatari rischiano di restare fuori.