F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato sabato 20 luglio 2019 alle 11:52:11 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Comunicato F.I.C. Piemonte del 19/09/2011 
 
Campionati Europei e Campionati Piemontesi 
 

Il week-end appena conclusosi ha visto il canottaggio piemontese impegnato su due importanti fronti.

A Plovdiv, in Bulgaria, da venerdì 16 a domenica 18 la nazionale azzurra è stata impegnata nei Campionati Europei.

L’appuntamento ha visto impegnati 405 atleti in rappresentanza di 29 nazioni; l’Italia, dal canto suo, ha schierato 24 atleti (19 maschili e 5 femminili) a formare 12 equipaggi.

Positivo il bilancio della manifestazione: su 12 equipaggi ben 10 hanno conquistato l’accesso alla finale A, salendo sul podio per 6 volte (2 ori, 1 argento e 3 bronzi).

Per il Piemonte era presente Gaia Palma, impegnata nella specialità del 4 di coppia femminile con Alessandra Patelli, Giada Colombo e Valentina Calabrese.

Le 4 atlete azzurre, che a luglio avevano conquistato l’argento ai Mondiali Under 23 di Amsterdam hanno ben figurato, chiudendo al 4° posto in finale alle spalle di Romania, Polonia ed Ucraina.

Mentre da Plovdiv giungevano notizie sui risultati della spedizione azzurra, nella giornata di domenica sul lago di Mergozzo si è disputata la 3° regata regionale 2011, abbinata ai Campionati Piemontesi.

La manifestazione, organizzata come da tradizione dalla Canottieri Pallanza, ha visto impegnati 220 atleti, in rappresentanza di Piemonte, Liguria e Friuli Venezia Giulia.

Amici del Fiume, Armida, Cannero, Caprera, Casale, Cerea, CUS Torino, Lago D’Orta, Omegna, Pallanza e Sisport Fiat si sono dati grande battaglia nelle 48 gare in programma che hanno visto assegnare i 30 titoli regionali riservati alle categorie Ragazzi, Juniores, Pesi Leggeri, Seniores e Master.

Il medagliere ha visto la Sisport Fiat chiudere al 1° posto con 9 titoli, seguita dalla canottieri Cerea con 8 titoli e dalla canottieri Armida con 3 titoli.

Tutti i dettagli nei risultati allegati.

ALESSANDRO POLATO