F.I.C. - Comitato regionale Piemonte
  visualizzato martedì 20 aprile 2021 alle 21:43:01 Home   Notizie   Eventi   Attività regionale   Calendario     
Comunicato F.I.C. Piemonte del 18/07/2011 
 
Lucerna: terza prova di Coppa del mondo 
 

Anche quest’anno, come da tradizione, durante il week-end appena conclusosi, le splendide acque del lago Rotsee di Lucerna hanno ospitato la terza Prova di Coppa del Mondo.

L’appuntamento, di fondamentale importanza, si colloca a due mesi circa dai Mondiali Assoluti, che quest’anno, a Bled (Slovenia, 28 agosto-4 settembre), assegneranno i pass per le Olimpiadi e le Paralimpiadi Londra 2012.

Alla luce di tali premesse la partecipazione ed il livello competitivo dell’evento sono stati elevatissimi: 900 atletti, in rappresentanza di 50 nazioni si sono dati intensa battaglia durante la 3 giorni di gara.

L’Italia, dal canto suo, ha schierato 52 atleti (40 uomini e 12 donne) a formare 18 equipaggi.

I risultati ottenuti sono stati particolarmente positivi per i Pesi Leggeri, ed il bottino finale è stato di 2 ori, 4 argenti (di cui 2 nelle specialità olimpiche del doppio e del 4 senza pesi leggeri) ed 1 bronzo, medaglie conquistate anche grazie alle ottime performances dei 4 atleti piemontesi presenti.

Giorgio Tuccinardi (G.S. Corpo Forestale) e Jiri Vlceck (G.S. Fiamme Oro), impegnati nella specialità dell’otto pesi leggeri con Luigi Scala, Corrado Regalbuto, Davide Riccardi, Gianluca Santi, Livio La Padula, Catello Amarante e Gianluca Barattolo (tim.) hanno conquistato la medaglia d’oro imponendosi con autorità su Danimarca e Germania.

Stefano Basalini (G.S. Corpo Forestale), impegnato nella specialità del 4 di coppia con Franco Sancassani, Daniele Gilardoni e Francesco Rigon ha conquistato la medaglia d’argento, di poco alle spalle della Gran Bretagna.

Gaia Palma (Sisport Fiat) impegnata nella specialità olimpica del 4 di coppia femminile con Giada Colombo, Laura Schiavone ed Elisabetta Sancassani ha infine conquistato il 9° posto.

A questi risultati vanno aggiunti quelli degli atleti piemontesi juniores impegnati nella Junior Men City Eights, manifestazione dedicata alle rappresentative regionali.

11 equipaggi in gara, provenienti da Italia, Svizzera, Germania, ed Austria si sono dati grande battaglia; l’8+ piemontese di Edoardo Bianca, Vittorio Serralunga, Alberto De Seyssel, Luca Lovisolo, Mirko Bertone, Andrea Canata, Emanuele Giacosa , Matteo Giacosa, Pietro Scorazzo (tim.), Stefano Bertero e Federico Gherzi (riserve), dopo aver brillantemente superato le qualificazioni, ha conquistato in finale il 4° posto, alle spalle di Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Losanna.

Queste le parole del Presidente del Comitato Regionale Stefano Mossino al rientro dalla manifestazione:

“La squadra Junior piemontese, composta da Edoardo Bianca, Vittorio Serralunga, Alberto De Seyssel, Luca Lovisolo, Mirko Bertone, Andrea Canata, Emanuele Giacosa , Matteo Giacosa, Pietro Scorazzo (tim.), Stefano Bertero e Federico Gherzi (riserve), dopo aver guadagnato l’accesso alla finale, conquistando un brillante secondo posto nelle qualificazioni, ha ottenuto un onorevole quarto posto nella finale, dietro gli armi di Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Losana, chiudendo la regata a un soffio dal terzo classificato e a pochi secondi dalla testa del podio, distanziando ampiamente gli altri equipaggi.

Facciamo i nostri complimenti agli amici, atleti, tecnici e dirigenti, del Friuli e della Lombardia - che – quest’anno hanno posto la punta della barca davanti alla nostra – nonché di Piacenza e del CUS Ferrara che hanno disputato un’ottima regata.

Ammirare sul Rotsee 5 equipaggi Junior Italiani, frutto del lavoro dei comitati regionali, è motivo di orgoglio per tutta la Nazione e un segno concreto dell’ottimo lavoro che svolgono le strutture territoriali.

Un particolare ringraziamento alla CTR, ai tecnici delle società piemontesi, che hanno elaborato congiuntamente la rosa degli atleti, le modalità selettive e di allenamento; a Mauro Tontodonati e a Water Bottega che hanno seguito la squadra a Lucerna, accettando ritmi e orari stacanovisti; a Massimo Archimede, che si è assunto l’onere e la responsabilità di condurre il carrello imbarcazioni.

Probabilmente in molti si aspettavano un podio, confidando nel secondo posto dello scorso anno e senza avere fatto preventivamente i conti con gli avversari, ma questa è la legge dello sport: si vince o si perde; dopo, si possono sviluppare innumerevoli ragionamenti o elucubrazioni, critiche o autocritiche, ma l’unico dato certo è il risultato.

Nessuna recriminazione può essere mossa agli atleti, i quali hanno dato il massimo, senza risparmiarsi, durante le selezioni, negli allenamenti, nei giorni della trasferta, in qualificazione e in finale: hanno dimostrato di essere una squadra compatta e matura, con eccellenti capacità e potenzialità tecniche ed agonistiche ed hanno ottimamente rappresentato la nostra regione in territorio elvetico, comprendendo l’importanza, non solo sortiva, della trasferta; nessuna recriminazione può essere mossa alla CTR e ai tecnici, i quali hanno svolto le selezioni e seguito gli allenamenti con minuziosa perizia, attitudine e dedizione, sottoponendosi a tempistiche e sacrifici spesso estremi. Semplicemente, come spesso può accadere, alcune squadre hanno segnato un tempo migliore.

Siamo orgogliosi di aver condotto questa squadra a gareggiare sul Rotsee, di quanto hanno fatto nelle settimane antecedenti e di come si sono comportati in territorio elvetico.

La condotta dei nostri atleti e dei tecnici rende onore alla nostra regione, alle nostre società e a tutto il canottaggio piemontese.

Il progetto è valido e dovrà essere perseguito, migliorando la fase preparatoria ed organizzativa e proseguendo la collaborazione tra le società, tra i tecnici e tra i dirigenti, per ottenere equipaggi regionali sempre più ampi e sempre più competitivi.

Lucerna è tutto questo: non un traguardo ma un’esperienza sportiva che vogliamo offrire ai giovani atleti del Piemonte, per fare loro acquisire la consapevolezza di una grande competizione internazionale e l’onore di rappresentare, davanti al mondo intero, la Regione che ha dato i natali all’Italia e alla FIC. La croce bianca sabauda continuerà a sventolare, con la sua immane brillantezza, sulle acque del Rotsee.

Ora facciamo un grande in bocca al lupo Laura Basadonna, Marco Alberti e Gaia Palma in partenza per i mondiali Under 23 di Amsterdam e a Francesco Pegoraro che disputerà la Cup de la Junesse.

L’appuntamento, per tutti noi, è il 31 luglio a Pallanza, per la regata internazionale di Costal Rowing”.

Specialità non Olimpiche Batterie Recuperi Finale A
8+ PLM - -
Scala Regalbuto Riccardi Santi La Padula Amarante Vlcek Tuccinardi Barattolo (t.)
4x PLM - -
Rigon Basalini Gilardoni Sancassani
Specialità Olimpiche Batterie Recuperi Finale B
4x SF
Palma Colombo Patelli Calabrese



Foto by D. Seyb

ALESSANDRO POLATO